I Mezzi Corazzati e Meccanizzati della Scuola

Il Carro armato leggero "M24"

Era un mezzo corazzato utilizzato dai reparti esploratori di Cavalleria, dotato di un cannone da 75 mm.

L' M24 Chaffee (Fonte Wikipedia) fu un carro armato leggero statunitense utilizzato durante la seconda guerra mondiale e in alcuni conflitti del dopoguerra tra cui la guerra di Corea e con l'esercito francese nella prima guerra d'Indocina e nella guerra in Algeria. Il soprannome "Chaffee" è in onore del generale dell'esercito statunitense Adna R. Chaffee Jr., uno dei maggiori artefici nello sviluppo dell'uso dei carri armati nelle forze armate degli Stati Uniti d'America.

Come altri modelli prodotti durante la seconda guerra mondiale, l'M24 fu venduto a molti eserciti di tutto il mondo con diversi impieghi in diversi conflitti locali ed utilizzato in forza anche dal nostro esercito.

 

Il Veicolo da combattimento "M113 VCI"

Veicolo da Combattimento non veniva solo utilizzato come trasporto truppa, ma anche come mezzo da assalto (Lagunari e cavalieri-fucilieri). Il veicolo poteva anche essere di supporto all'artiglieria, in quanto poteva essere armato con un mortaio.

Alcuni M113 a disposizione dei Bersaglieri erano armati anche con il lanciamissili TOW.

 

Il Veicolo Trasporto Truppa "M113 VTT"

Veicolo Trasporto Truppa utilizzato dal reparto Bersaglieri (trasportava in addestramento una squadra di bersaglieri al comando di un Sergente), dal reparto di Cavalleria (fucilieri - fanteria) e anche dal reparto Lagunari.

 

Il Carro armato "M47"

L'M47 Patton (fonte Wikipedia) era un mezzo corazzato statunitense commissionato nel settembre 1950; divenne operativo a partire dalla guerra di Corea dove furono spediti pochissimi esemplari che non entrarono mai in combattimento.

Sviluppato a partire dall'M46, con corazzatura migliorata sull'arco frontale (insufficiente ai lati). La torretta era quella dello sperimentale T42, dotata di cannone nuovo modello da 90/50 mm.

L'armamento secondario era costituito da: una mitragliatrice Browning 0,50 anche contraerea (in Italia poi sostituita dalla MG42/59), ed una mitragliatrice Browning 0,30 pollici abbinata al cannone. Esisteva anche la possibilità di montare una seconda mitragliatrice Browning 0,30 pollici affiancata al pilota ed azionata da un quinto membro di equipaggio; tale soluzione non era adottata sulla versione utilizzata dall'Esercito Italiano.

L'equipaggio era composto da:

Capocarro

Cannoniere

Servente/Radiofonista

Pilota

Era montato anche il dispositivo di guida con infrarossi. Entrò in produzione nel giugno 1951 e ne furono prodotti oltre 8500 esemplari fino al novembre 1953.

Fra i paesi che lo hanno impiegato si annoverano la Francia nell'immediato dopoguerra, la Spagna franchista, il Pakistan (che lo vide soccombere negli scontri corazzati contro l'India nel conflitto indo-pakistano del 1965), la Jugoslavia (che lo ricevette durante l'amministrazione Eisenhower in funzione anti-sovietica), il Portogallo, la Corea del Sud, la Grecia, l'Italia e la Turchia. La Somalia ricevette alcuni carri dismessi dal nostro Esercito. 

carro M 47 conservato nel museo dei carristi a Roma

Come si vede, eccezion fatta per la Francia (che lo accantonò ben presto per perseguire progetti autoctoni che riaffermassero la propria indipendenza nel campo degli armamenti) l'M-47, modello intermedio fra la tecnologia della Seconda guerra mondiale e le evoluzioni successive, è stato usato dagli Stati Uniti come "seconda scelta" con cui equipaggiare alleati occasionali (Jugoslavia) e alleati storici (Italia, Turchia) o i numerosi paesi "amici" che gli USA sostenevano durante il periodo della contrapposizione est-ovest (Portogallo, Spagna, Grecia, Corea del Sud, Pakistan).

Per le caratteristiche tecniche puoi andare anche nella nostra pagina su Wikipedia

 

Il Carro armato "M60"

Il carro armato M60 (fonte Wikipedia) è stato l'ultimo modello della serie Patton.

La struttura della torretta era stata prevista fin dall'inizio per il cannone inglese L7 da 105mm, una notevole innovazione, mentre il motore era un diesel, la corazza migliorata. Si rivelò un mezzo discusso e criticabile, molto più costoso dell'M48 e troppo grosso specie per il teatro europeo, dove l'unica nazione ad acquistarlo prontamente fu l'Italia, con 300 mezzi equipaggiati con cannone da 105/51. In seguito esso è stato aggiornato più volte, grazie alla sua capacità di spazio interno.

I suoi difetti erano principalmente legati a la sua eccessiva altezza: mentre i carri russi, in un'ipotetica invasione dell'Europa, dovevano essere piccoli e sfuggenti per essere il meno possibile visibili, i carri NATO avrebbero potuto contare su buche e fortini d'appostamento dove difendersi più efficacemente. Restava comunque un'alta torretta che doveva per forza essere allo scoperto.

Non fu di sicuro il carro più protetto della sua categoria (poteva essere distrutto da un T-62 a 1500 metri con un tiro diretto nella parte frontale) ma dopo vari aggiornamenti è in grado di resistere a un colpo frontale di RPG-7 o un altro razzo anticarro del genere.

Con l'inizio della produzione dei nuovi M1 Abrams, di gran lunga superiori al Patton, l'US Army li vendette ai paesi "amici".

Per le caratteristiche tecniche vedi anche la nostra pagina su Wikipedia

 

Il Carro armato "Leopard"

(Fonte Wikipedia) Alla metà degli anni '50, Francia e Germania volevano realizzare un nuovo MBT, che prendesse il posto dei mezzi statunitensi in servizio, rivelatisi anche non del tutto soddisfacenti, dovendo fronteggiare le enormi masse di mezzi corazzati del Patto di Varsavia. Il programma congiunto fra i due paesi non andò in porto e la Germaniaproseguì per proprio conto. In particolare due proposte giunsero a confronto. Quella del cosiddetto Gruppo A (Porsche, Jung, Luther & Jordan e MaK) e quella del Gruppo B (Ingenieuburo, Warneke, Rheinstahl Hanomag ed Henschel). I primi prototipi furono pronti nel 1960 e, dopo le prime prove, nel 1962 fu piazzato un ordine per 26 esemplari di preserie del Gruppo A, risultato vincitore. Intanto venivano apposte continue modifiche, tra l'altro comprendenti l'adozione del pezzo britannico Vickers L7 da 105/51mm. Nel 1963 la Germania si separò dal programma con la Francia. Nel 1963 laKrauss-Maffei fu nominata responsabile principale del programma mentre venivano definiti anche i veicoli ausiliari. I primi esemplari giunsero all'Esercito tedesco nel 1965 e la produzione andò avanti fino al 1979, per essere ripresa nel 1981, per le commesse turche e greche.

Gli aggiornamenti (da Leopard 1 iniziale a Leopard 1A5) sarebbero dovuti proseguire, ma i mutati scenari internazionali hanno fatto rinunciare a questi investimenti. Era stata studiata l'opportunità di dotare i Leopard 1 anche con un pezzo da 120/44mm. Dallo scafo del Leopard 1 è stato ricavato quello per il semovente antiaereo Gepard dotato di torretta con due armi da 35mm e di due apparati radar. Il Leopard 1 è, o è stato utilizzato da:Australia, Belgio, Canada, Danimarca, Germania, Grecia, Italia, Norvegia, Olanda e Turchia.

Leopard svizzeri in dismissione!

Per le caratteristiche tecniche visita anche la nostra pagina su Wikipedia

Si ringrazia per la sponsorizzazione